ASTA 286 - ARTE ISLAMICA E INDIANA include dipinti orientalisti (ONLINE)

Lotto N: 0232

Arte Indiana

Gioco di carte indiano (Ganjifa) con scatola in legno laccato India Settentrionale, Rajastan, XIX secolo

10 x 9.5 x 13 cm

Scatola rettangolare in legno laccato e dipinto con Ganesh sul coperchio e personaggi assisi sui quattro lati. Al suo interno sono contenute ca. 137 tessere (alcune potrebbero essere extra) circolari dipinte con semi in diverso numero e di diverso tipo tra cui spade, denari e conchiglie; personaggi, animali e divinità. Set completi ed antichi sono rari.

Venduto a

Euro 160,00

...

Lotto N: 0233

Arte Islamica

Elemento degli scacchi in avorio Egitto Fatimide, o Iran Orientale, IX- XI secolo o posteriore

2.5 x 3.5 cm

A sezione circolare, decorato con assembramenti di cerchi incisi con occhiello centrale. Piccola sbeccatura rincollata nella zona superiore, probabilmente in origine ospitava il puntello che veniva intagliato separatamente e poi fissato in sede. Corredato di perizia indipendente sull'antichità dell'avorio.

Venduto a

Euro 800,00

...

Lotto N: 0234

Arte Islamica

Coppia di dadi da gioco in giada e pietre preziose India Mogul, XIX secolo

1 x 2.7 cm

In forma di parallelepipedo, incrostati con smeraldo, spinello o rubino e zaffiro entro filo d'oro, nella tecnica denominata Kundan. Probabilmente in origine parte di un set lussuoso per il gioco del pachisi (chaupat), un gioco ancora oggi molto diffuso in India e che prevede un tabellone cruciforme. Per un esemplare comparativo cfr. Freeman Fahid D., Chess and other games pieces from Islamic lands, Thames and Hudson, 2018, p. 259, cat. 112. Piccole sbeccature.

Venduto a

Euro 1.000,00

...

Lotto N: 0235

Arte Indiana

Cinque carte da gioco in avorio India, XIX secolo

4.3 x 6.2 cm

Rettangolari. facenti parte dello stesso set, il bordo inciso con bande geometriche, il centro inciso e dipinto con i semi del gioco. Si distinguono: sette uomini, tre e due uomini, cinque denari ed un elefante con lettiga. Corredato di perizia indipendente sull'antichità dell'avorio.

Base d'asta

Euro 300,00

...

Lotto N: 0236

Arte Islamica

Elemento degli scacchi in avorio Persia, inizio XX secolo o antecedente

3 x 4 cm

A sezione cilindrica, con zona superiore a cupola decorata con petali cascanti, la banda centrale intagliata a traforo con figure di animali, tra cui un'anatra la cui iconografia non ha precedenti. Lo stile è ghaznavide, per un esemplare comparativo si veda Freeman Fahid D."Chess and other games pieces from Islamic lands" Thames and Hudson, 2018, cat. 30, pp. 98-99. Corredato di perizia indipendente sull'antichità dell'avorio.

Venduto a

Euro 380,00

...

Lotto N: 0237

Arte Islamica

Cinque pedine da gioco in vetro Egitto o Siria, periodo Ayyubide, XIII secolo

2.4 x 3 cm

Cinque pedine, due appuntite e tre sfere, decorate con striature bianche su sfondo nero. I pezzi più piccoli mostrano iridescenza, mentre il più grande reca l'etichetta di una vecchia collezione sotto la base. Per un esemplare comparativo cfr. Freeman Fahid D., Chess and other games pieces from Islamic lands, Thames and Hudson, 2018, pp. 237, cat. 102.

Base d'asta

Euro 1.800,00

...

Lotto N: 0238

Arte Islamica

Dieci pedine da gioco in vetro mosaico Mesopotamia, IX secolo

2 x 2 cm

di diverse misure, probabilmente appartenenti a diversi set, tutti in forma di cupola caratterizzati da diversi colori, tra cui prevalgono verde e giallo nel classico stile che dal XV secolo è stato soprannominato "millefiori". Usure e piccole sbeccature. La tecnica del vetro mosaico nelle terre d'Islam conosce un breve periodo di fioritura in Mesopotamia tra l'VIII ed il X secolo ed è probabilmente un tentativo di imitazione dei vetri romani, nonostante la nascita della tecnica del vetro mosaico si possa far risalire all'Egitto del 1400 a.C. Oggetti simili sono stati ritrovati anche nelle tombe dei Parti (Iran 249 a.C. - 226 d.C.) ed è plausibile che la tecnica viaggiasse lungo la via della seta. Il più grande ha le misure indicate. Per esemplari comparativi cfr. Freeman Fahid D., Chess and other games pieces from Islamic lands, Thames and Hudson, 2018, pp. 228-229, cat. 97 e cat. 100 , p. 233.

Venduto a

Euro 2.000,00

...

Lotto N: 0239

Arte Islamica

Gruppo di sedici pedine in osso Egitto o Iran, X secolo

2.6 x 3.8 cm

Di dimensioni e forme diverse, per scacchi o backgammon, tutti intagliati con doppie linee parallele ed assembramenti di piccoli cerchi con occhiello centrale. L'origine del gioco degli scacchi viene comunemente fatta risalire a circa 1500 anni fa e all'India come madrepatria. Dal subcontinente raggiunsero facilmente la Persia e da lì, attraverso la dominazione islamica, raggiunsero il Maghreb e l'Europa attraverso Spagna ed Italia arabe. Nelle terre d'Islam il gioco ebbe rapida diffusione ed il suo apprezzamento si desume dalla quantità di trattati sul tema che sono giunti fino a noi tra i quali, purtroppo, non possiamo annoverare degli scritti dai maestri più famosi.

Venduto a

Euro 2.500,00

...

Prima tornata 1-125 25/03/20

13:00

Seconda tornata 126-256 25/03/20

16:00

Terza tornata 257-374 25/03/20

19:00

Esposizione

NESSUNA ESPOSIZIONE, VISIONE DEI LOTTI SU APPUNTAMENTO.