ASTA 301 - ARTE ORIENTALE autunno

Lotto N: 0061

Arte Cinese

Frammento in bronzo Cina, dinastia Ming, XVI secolo

8 x 11 cm

Piccolo frammento di fusione in bronzo a patina scura, raffigurante Manjusri assiso su leone.

Base d'asta

Euro 180,00

...

Lotto N: 0095

Arte Himalayana

Bronzo raffigurante Vajradaka Tibet, XVII-XVIII secolo

7 cm

Piccola fusione in bronzo raffigurante l’irato Vajradaka ritratto in posizione accucciata e con la testa reclinata all’indietro e fauci spalancate. Le braccia incrociate frontalmente nel gesto vajrahumkaramudra stringono nelle mani la campagna Ghanta e il Vajra. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia.

Base d'asta

Euro 600,00

...

Lotto N: 0096

Arte Himalayana

Kapala in bronzo Tibet, XIX secolo

18.5 x 9 x 13.6 cm

Kapala in lega a simulare un originale in osso, recante lunga iscrizione sul perimetro esterno. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0097

Arte Himalayana

Piccola scultura in legno raffigurante Vajravarahi Tibet, XVIII secolo

7.5 x 13.5 cm

Piccola e raffinata scultura lignea raffigurante Vajrayogini nella forma di Vajravarahi. Il personaggio femminile è qui ritratto con le gambe nella posizione dell’arco capasthana sopra un cadavere a sua volta poggiato su base a fior di loto singolo. Porta come attributi una lunga collana di teschi, una kapala, una kartika ed una bacchetta magica khatvanga. Presenta inoltre come secondo volto un muso di cinghiale. La piccola opera è inoltre abbellita da un’aureola fiammeggiante e da una laccatura in oro. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia

Base d'asta

Euro 650,00

...

Lotto N: 0098

Arte Himalayana

Bronzo raffigurante Jambhala Nepal, XVIII-XIX secolo

9 x 15 cm

Fusione in bronzo rossastro raffigurante Jambhala giallo. É qui ritratto seduto in posizione lilasana su base a fior di loto singolo e a petali stretti. Tiene nella sinistra la mangusta Nakula e nella destra il frutto bijaphuraka. Ad abbelliti la testa sono presenti orecchini e una grande corona. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia

Base d'asta

Euro 800,00

...

Lotto N: 0099

Arte Himalayana

Fusione in ferro raffigurante il Buddha Dipankara Nepal, XVII secolo

6 x 21.5 cm

Pesante fusione in ferro raffigurante il Buddha antecedente Dipankara ritratto in una postura stante tipica del Nepal. Il personaggio è caratterizzato da una veste finemente ricamata a intricati motivi floreali con una lunga gonna. Il volto, ieratico e austero, è abbellito da orecchini e sormontato da una corona a cinque punte. Sul retro è presente un’aureola che circonda esclusivamente il capo. Le due mani, entrambe rivolte con i palmi verso lo spettatore, sono: la destra nel gesto di incoraggiamento abhayamudra, mentre la sinistra è nel gesto di garanzia dell’esaudimento dei desideri varadamudra. Presenti tracce di pigmento policromo sulla corona e sul volto. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia

Base d'asta

Euro 1.500,00

...

Lotto N: 0100

Arte Himalayana

Trishula Tibet, XVIII-XIX secolo

27.5 x 46.5 cm

Importante tridente cerimoniale realizzato in ferro e parzialmente laminato in oro. Presenta alla giuntura delle tre braccia un teschio stilizzato dorato. É abbellito da grandi decorazioni traforate a imitare lembi fiammeggianti. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia Base espositiva in metallo.

Base d'asta

Euro 2.000,00

...

Lotto N: 0103

Arte Himalayana

Avorio scolpito raffigurante Dorje Drolo Tibet, XIX secolo

8.5 x 17 cm

Raro avorio finemente scolpito a bassorilievo e laccato in oro nella parte frontale raffigurante principalmente Dorje Drolo, una delle manifestazioni irate del guru Padmasambhava. Il personaggio principale è ritratto in posa scattante pratyalidha su di una feroce tigre. Tiene nelle mani un Phurbu e un Vajra. Il volto irato è abbellito da folte sopracciglia e fiamme policrome che fuoriescono dalla bocca. La figura è avvolta da lembi infuocati a formare la sua aureola. Intorno ad esso è rappresentato un dettagliato paesaggio comprendente fiumi, alberi, montagne, nuvole e piccoli personaggi monastici. Sul retro sono incisi i tre ideogrammi che compongono il manthra Om-Ah-Hum. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia. Lotto corredato di perizia indipendente per la commercializzazione dell'avorio.

Base d'asta

Euro 1.800,00

...

Lotto N: 0104

Arte Himalayana

Fusione in rame raffigurante Jambhala Nepal, periodo Malla, XIV secolo

5 x 8.2 cm

Raffinata fusione in rame raffigurante Jambhala giallo. Seduto in posizione lilasana accarezza con la mano sinistra una mangusta (Nakula) suo attributo e compagna, mentre con la destra tiene il frutto bijapuraka. Da notare la pregevole ed aggraziata fattura del volto e del torso nel migliore stile nepalese di epoca Malla. Presente una bellissima corona abbellita da un granato e piccole tracce di doratura sul volto e sul collo. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia Compare in: Sotheby’s, “Arts d’Asie”, 12 Dicembre 2013, Parigi, Sale number PF1317, Lotto 222.

Base d'asta

Euro 3.500,00

...

Lotto N: 0105

Arte Himalayana

Bronzo raffigurante Avalokiteshvara Tibet, XII secolo

3.5 x 10.5 cm

Piccola fusione in bronzo raffigurante il Bodhisattva dalla compassione Avalokiteshvara che in questa manifestazione stante prende il nome di Padmapani. Il personaggio è qui ritratto con stilemi fortemente ispirati dall’arte di periodo Pala. La piccola figura mostra infatti una flessuosità del corpo data dalla spezzatura in tribanga. Nella mano sinistra tiene un tralcio che risale per tutto il braccio fino a sbocciare in un fior di loto, mentre la destra è nel gesto di incoraggiamento abhayamudra. Presente sulla sommità del capo un’alta acconciatura coronata con una piccola rappresentazione del Buddha Amitabha. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia Pubblicato su: Himalayan Art Resource, item no.61757 Compare in: Bonhams, “Images of Devotion”, Hong Kong, Admiralty, 2 ottobre 2018, lotto 25.

Base d'asta

Euro 2.500,00

...

Lotto N: 0106

Arte Himalayana

Coppia di staffe Tibet, XII-XIV secolo

12.5 x 15.7 cm

Rara e importante coppia di staffe (yob) tibetane o mongole realizzate in ferro finemente cesellato e con preziose laminature in argento e oro. Di notevole fattura é il raffinato lavoro a traforo con giochi di draghi dorati che si intrecciano creando un pattern ipnotico. La pedana di appoggio del piede è sorretta da un’arcata anch’essa in ferro argentato con grandi teste di drago di squisita fattura. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia Per un esemplare comparativo vedere: The Metropolitan Museum of Art, New York, codice oggetto: 1999.119a, b.

Base d'asta

Euro 5.000,00

...

Lotto N: 0107

Arte Himalayana

Scultura in legno e terracotta raffigurante Vajrapani Nepal, XVII secolo

29 x 40.5 cm

Grande scultura realizzata con anima in legno e modellata in terracotta completamente policroma raffigurante Vajrapani nella sua forma irata. La figura è fissata su base rettangolare lignea decorata a petali di loto ed ha le gambe divaricate con movimento verso destra in posizione pratyalidha. Nella mano destra protesa verso l’esterno tiene un Vajra, mentre la sinistra avrebbe dovuto ospitare il lazo Pasha, qui mancante. Tutta la figura dalla pelle blu è abbellita da gioielli in rilievo e da una corona a cinque punte. Da notare la forte espressività del volto dagli occhi sgranati e la bocca feroce. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia.

Base d'asta

Euro 2.500,00

...

Lotto N: 0108

Arte Himalayana

Stele in pietra raffigurante Umamahesvara Nepal, X - XI secolo

16 x 21 cm

Importante stele in pietra nera ritraente un dettagliato gruppo scultoreo magistralmente eseguito con al centro la sacra coppia di Shiva e Uma, che qui insieme prendono il nome di Umamahesvara. Entrambi sono morbidamente rilassati su un alto giaciglio con Shiva seduto in rajalilasana, affiancato dal sacro bovino Nandi. Intorno ai personaggi principali sono raffigurate colonne di tempio e un pantheon di piccole figure tra le quali è possibile distinguere, nell’ordine inferiore, il dio elefantino Ganesh e all’apice della composizione, Garuda, dalle ali spiegate. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia

Base d'asta

Euro 4.000,00

...

Lotto N: 0109

Arte Himalayana

Volto di Indra sbalzato Nepal, XIV - XV secolo

19 x 26 x 7 cm

Importante placca in rame sbalzato raffigurante il volto ieratico del dio induista Indra. Di pregevole fattura la realizzazione degli occhi e della bocca, nonché dei ricchi orecchini che ornano i suoi lobi allungati. Il personaggio mostra inoltre la sua specifica e ricca corona abbellita da fitte volute fitomorfe e piccoli turchesi e granati incastonati in un fiore centrale. Presenti su tutta l’opera abbondati tracce di doratura. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia Acquistato da Dalton Somarè, Milano, Italia Per esemplari comparativi vedere: Himalayan Art Resources, item no.200563 Himalayan Art Resources, item no.90066

Base d'asta

Euro 4.500,00

...

Lotto N: 0110

Arte Himalayana

Grande pannello sbalzato raffigurante Kinnara Tibet, XIII secolo

36 x 43 x 6 cm

Importante placca in rame sbalzato e dorato di grandi dimensioni raffigurante l’arpia Kinnara. Il personaggio presenta la parte inferiore del corpo come quello di un rapace, mentre la porzione superiore è di una donna nell’atto di dispiegare le ali retrostanti. Nel perimetro del pannello si notano dei fori che ne fanno presupporre l’inserimento all’interno di un insieme decorativo più ampio. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia

Base d'asta

Euro 7.000,00

...

Lotto N: 0113

Arte Himalayana

Bronzo dorato raffigurante Avalokitesvara Tibet, XV-XVI secolo

13 x 18 cm

Importante bronzo finemente dorato raffigurante il Bodhisattva della compassione Avalokitesvara, ritratto qui in una non frequente manifestazione a sei braccia e tre volti. Tutta la figura é abbellita da gioielli in rilievo arricchiti da piccoli castoni con turchesi, mostra inoltre, appoggiata ad una spalla, una pelle di di gazzella, elemento che identifica il personaggio. I tre volti ieratici sono sormontati da un ricca corona e da un alta acconciatura con pigmenti blu. Le due mani principali e frontali sono giunte nel gesto manidharamudra a contenere l’invisibile gioiello Cintamani. Nelle rimanenti quattro ai lati si notano due attributi che lo contraddistinguono e due mancanti. Al di sotto delle gambe incrociate in padmasana sono presenti tre perni che fanno ipotizzare l’antica presenza di una base rimovibile. Da notare che l’opera é costituita da due parti modulari. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia

Base d'asta

Euro 6.000,00

...

Lotto N: 0114

Arte Himalayana

Bronzo raffigurante Vajrasattva Tibet, XII-XIII secolo

14 x 18.5 cm

Importante statua realizzata in lega ad alta percentuale di rame raffigurante il Buddha primigenio Vajrasattva. È qui ritratto con ricchi gioielli ed un inusuale busto slanciato e sottile. Siede a gambe incrociate in posizione padmasana su una base a doppio fior di loto dai larghi petali e come suoi attributi tipici, tiene nella mano sinistra la campana Ghanta e nella destra il Vajra. La figura é abbellita da intarsi in rame all’attaccatura dell’alta ed elaborata corona, e sono presenti decorazioni in argento ad abbellire cornee e terzo occhio. Presenti inoltre tracce di doratura sul collo e un piccolo Buddha Amitabha in argento all’apice del copricapo. Da notare in tutta l’opera un’aria di probabile influenza stilistica indiana e sul retro i raffinati ceselli dei ricami della veste. Presenti inoltre due elefanti ad abbellire posteriormente la base e i resti di un attacco che fa presupporre un’antica presenza di un’aureola. Provenienza: Attualmente, Collezione privata, Milano, Italia Precedentemente appartenente alla prestigiosa Nyingjei Lam Collection Pubblicato su: Himalayan Art Resource, item no. 68317 Compare in: Sotheby’s, “The Heart of Tantra – Buddhist Art Including Property from the Nyingjei Lam Collection”, Hong Kong, 3 Ottobre 2017, sale number HK0749, lotto 3117. Esibizioni: Ashmolean Museum, Oxford, 1996-2005, in prestito. The Sculptural Heritage of Tibet: Buddhist Art in the Nyingjei Lam Collection, Ashmolean Museum, Oxford, Ottobre-Dicembre 1999. Arte Buddhista Tibetana: Dei e Demoni dell' Himalaya, Palazzo Bricherasio, Torino, Giugno-Settembre 2004. Rubin Museum of Art, New York, 2005-2017, in prestito. Casting the Divine: Sculptures of the Nyingjei Lam Collection, Rubin Museum of Art, New York, 2012-2013.

Base d'asta

Euro 8.000,00

...

Lotto N: 0115

Arte Himalayana

Scultura in bronzo raffigurante Avalokitesvara Pakistan, cultura della valle dello Swat, VII-IX secolo

8.2 x 16.5 cm

Importante fusione in bronzo raffigurante il Boddhisattva della compassione Avalokitesvara. Seduto a gambe incrociate su una base a clessidra decorata con petali di loto, mostra un volto ieratico e austero, con occhi arricchiti da intarsi in argento, nello stilema tipico dei bronzi della valle dello Swat. La sua mano destra é nel gesto di garanzia dell’esaudimento dei desideri (varadamudra), mentre la sinistra tiene un tralcio di loto che termina in un fiore dischiuso. L’alta corona che abbellisce il capo riporta al centro una piccola miniatura del Buddha trascendente Amitabha. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia Acquisita da Dalton Somaré, Milano, Italia.

Base d'asta

Euro 8.000,00

...

Lotto N: 0116

Arte Himalayana

Bronzo raffigurante Buddha Shakyamuni Tibet, XIII secolo

13.5 x 16.5 cm

Importante fusione in bronzo raffigurante il Buddha storico Shakyamuni ritratto seduto in posizione a gambe incrociate padmasana su un’ampia base a doppio fior di loto a petali larghi. La mano sinistra é adagiata in grembo nel gesto di rilassamento Avakasamudra, mentre la destra tocca gentilmente la terra portandola a testimone della veridicità delle sue parole con il gesto Bhumisparsamudra. Il volto dai lineamenti ieratici é arricchito da intarsi in argento e oro e presenta tracce di un antica doratura. Da notare come in tutta l’opera si possa intravedere un’influenza stilistica indiana, denotabile principalmente dalla vita slanciata, dai tratti del volto e da una forma generale della testa più asciutta. Presente sul retro della base un’incisione a due caratteri. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia. Ex Collezione Chiarito. Pubblicato su: Himalayan Art Resource, item no. 61732 Compare in: Bonhams, “Images of Devotion”, 2 Ottobre 2018, Hong Kong, Admiralty, Lotto 35

Base d'asta

Euro 8.000,00

...

Lotto N: 0117

Arte Himalayana

Grande bronzo raffigurante Manjushri Namasangiti Nepal, XVI-XVII secolo

24.5 x 36 x 19.5 cm

Importante fusione in bronzo di grandi dimensioni raffigurante il bodhisattva Manjushri in una manifestazione estremamente rara che prende il nome di Namasangiti, il Maestro primordiale. Tale rappresentazione é da considerarsi di grande importanza per tutto il buddhismo nepalese in quanto progenitore spirituale dei cinque Buddha trascendenti e dell’intero cosmo buddhista. È inoltre specifica solo del Nepal e ne sono conosciute poche rappresentazioni che sottolineano la sua importanza. Il personaggio, dalla ricca patina verde scuro, é seduto nella canonica postura a gambe incrociate (padmasana) e presenta eccezionalmente dodici braccia: sei frontali, quattro laterali e due posteriori. Le due principali mani frontali sono in una variante aperta della mudra vayakarana. Le sottostanti, atte a versare ambrosia nella ciotola sottostante, sono in tarpanamudra. La terza coppia frontale, nella posizione di samadhimudra, sostiene il contenitore per il sacro nettare amrita. Le due coppie laterali avrebbero dovuto stringere i quattro attributi di Manjushri (la spada Khadga, il manoscritto, l’arco e la freccia) che però sono andati perduti. L’ultima e sesta coppia di braccia é retrostante ed estesa con le mani giunte al di sopra della testa della figura in vajrachakramudra, gesto che dovrebbe rappresentare il Monte Meru. Degna di nota é la raffinata e proporzionata realizzazione generale dell’opera, con volto circolare dai delicati e sereni tratti tipici dello stile Newari della valle di Kathmandu. Presenta inoltre una ricca corona a cinque punte e gioielli ad abbellire busto, orecchie e braccia, i quali hanno castoni vuoti che probabilmente alloggiavano pietre preziose. Data la grandezza e la base a disco su cui poggia l’intera figura, probabilmente l’opera era originariamente posizionata su di una colonna all’interno di un tempio o all’esterno in prossimità di edifici sacri, caratteristica questa tipica nel Nepal. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia Per analoghi iconografici vedere: Bonhams, “The Maitri Collection of Indian, Himalayan & Southeast Asian Art”, New York 20 Marzo 2018, lotto 3203 Bonhams, “Indian, Himalayan & Southeast Asian Art”, New York, 19 Marzo 2019, lotto 934 Himalayan Art Resource, item no. 202977 L’opera é corredata di documento di importazione temporanea. Base in materiale plastico. Spuntone di appoggio che si inserisce nella base: 7 cm

Base d'asta

Euro 20.000,00

...

Lotto N: 0118

Arte Indiana

Importante bronzo raffigurante Avalokitesvara riflessivo Pakistan, cultura della valle dello Swat, VII secolo

6.2 x 10.5 cm

Raffinata e rara fusione in lega raffigurante il Bodhisattva della compassione Avalokitesvara seduto in rajalilasana su un alta base decorata a petali di loto rivolti e motivi ad anelli traforati e concatenati. In questa particolare rappresentazione il personaggio é in posa riflessiva con la mano destra che delicatamente si avvicina al volto sereno impreziosito da intarsi in argento a marcare le orbite e il terzo occhio. Nella mano sinistra stringe inoltre un tralcio che risale verso la spalla e termina in un fior di loto dischiuso. Da notare come tutta opera rispecchi il raffinato canone estetico tipico dei bronzi della valle dello Swat. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia L’opera é corredata di documento di importazione temporanea.

Base d'asta

Euro 3.500,00

...

Lotto N: 0119

Arte Indiana

Importante Bronzo raffigurante Durga India nord-est, periodo Pala, XI-XII secolo

15.5 x 35 x 9 cm

Importante opera in bronzo raffigurante la dea guerriera induista Durga (che qui prende il nome di Mahishasuramardini) ritratta nell’atto di uccidere il demone Mahishasura. La figura é qui rappresentata in una posa estremamente dinamica e mostra un corpo asciutto e flessuoso con gambe aperte quasi a simulate uno scatto atletico e seni prosperosi. La testa é abbellita da un’alta acconciatura coronata e grandi orecchini circolari e mostra un viso con lineamenti tipici del canone Pala. È dotata di dieci braccia e ognuna delle mani stringe un’arma. Questo grande arsenale le viene donato dalla Trimurti (Brahma, Shiva e Vishnu) per sconfiggere il demone che può essere ucciso solo da un essere non maschile. Con una delle mani inoltre estrae Mahishasura dal corpo di un bufalo appena decapitato, mentre con la sua mano destra principale sembra pronta a sferrare il colpo definitivo. È presente inoltre sotto il suo piede destro il leone, sua caratteristica cavalcatura. L’intera ed intricata scena poggia su un doppio fior di loto a blocco stilizzato ed ellittico tipico della statuaria Pala in bronzo, che é a sua volta posizionato su di un altare a pedana. Dietro la figura é presente inoltre una lunga prabha a pala abbellita d fiamme stilizzate e una testa di Kirtimukha al suo apice. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia Acquisita da Renzo Freschi, Milano, Italia.

Base d'asta

Euro 12.000,00

...

Lotto N: 0145

Arte Indiana

Figura Chandraketugarh in osso raffiguranteYaksha (spirito maschile della natura) Bengala Occidentale, periodo Shunga, ca. I secolo a. C.

5.7 x 10.5 cm

Rara ed elaborata figura con ventre prominente, alto copricapo ed abbellita da gioielli appariscenti nel tipico stile caratteristico della cultura Chandraketugarh. L'iconografia è associata a quella di Kubera, il signore della ricchezza e della prosperità. Sculture di questa tipologia si trovano più comunemente in terracotta, mentre la nostra è in osso. Per un esemplare comparativo, ma in terracotta, si veda quello conservato al MET, New York, Acc. no. 1990.309 e relativa bibliografia: Bautze, Joachim Karl. Early Indian Terracottas. Iconography of religions. Section XIII, Indian religions ; fasc. 17. Leiden; New York: E. J. Brill Publishers, 1995, pl. 40(b). Provenienza: Collezione privata Milano.

Base d'asta

Euro 1.800,00

...

Lotto N: 0163

Arte Himalayana

Scultura in legno raffigurante Mahakala Nepal, XIX secolo

14.3 x 19.2 cm

Scultura lignea raffigurante il personaggio irato Chaturbhuja Mahakala ritratto nell’atto di brandire una spada. É fornito di quattro braccia e poggia su un cavallo.

Base d'asta

Euro 180,00

...

Lotto N: 0164

Arte Himalayana

Stupa apribile in pietra Nepal, XII- XIII secolo o posteriore

15 x 25.5 x 15 cm

Stupa cilindrica con decoro esterno a pigna realizzata in pietra nera, probabilmente lavica. Tratto peculiare di quest’opera è l’estraibilità dell’apice della stupa che permette l’apertura in due dell’oggetto stesso, mostrando al suo interno minute scene finemente realizzate della vita di Buddha a bassorilievo. L’intera struttura poggia su base quadrangolare a gradini con decorazioni e petali di loto. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia

Base d'asta

Euro 1.200,00

...

Lotto N: 0178

Arte Sud-Est Asiatico

Figura in bronzo raffigurante Avalokitesvara Indonesia, Java, IX secolo

7.5 x 11 cm

Figura seduta in ardhaparyanka su una base a doppio fiore di loto. Il suo piede destro poggia su un ulteriore fiore di loto; la mano destra in varadamudra la sinistra regge un tralcio di loto.

Base d'asta

Euro 1.300,00

...

Lotto N: 0179

Arte Sud-Est Asiatico

Piccolo avorio raffigurante Buddha Birmania, XVIII secolo

11 x 18.5 cm

Piccola scultura in avorio raffigurante il Buddha storico Shakyamuni seduto in posizione padmasana su di un’alta base a tronco di piramide policroma e laminata in oro. Il personaggio è ritratto in atto meditativo col volto sereno e presenta alla sommità della capigliatura un’ushnisa fiammeggiante arricchita da foglia oro. Provenienza: Collezione privata, Milano, Italia. La misura indicata comprende la base. Lotto corredato di perizia indipendente per la commercializzazione dell'avorio.

Base d'asta

Euro 650,00

...

Lotto N: 0180

Arte Sud-Est Asiatico

Scultura in bronzo raffigurante Buddha Birmania, XV/XVI secolo

14.5 x 24 cm

Fusione in bronzo a patina scura raffigurante il Buddha storico seduto in padmasana su una base a doppio livello. La mano destra in bhumisparsamudra, la sua mano sinistra adagiata in grembo. La scultura mostra tracce di doratura. Per un esemplare comparativo si veda Somkiart Lopetcharat, Myanmar Buddha. The image and its history, img. 24.

Base d'asta

Euro 650,00

...

Lotto N: 0181

Arte Sud-Est Asiatico

Scultura in bronzo raffigurante Buddha Tailandia, XVI secolo

22.5 x 28 cm

Base a sezione esagonale sulla quale poggia una base a doppio fiore di loto laccata di rosso che accoglie la figura del Buddha storico seduto in padmasana con la sua mano destra nel gesto di chiamata della terra a testimone della sua illuminazione (bhumisparsamudra).

Base d'asta

Euro 800,00

...

Lotto N: 0183

Arte Indiana

Punta di arpione India, Uttar Pradesh, XIV a.C. circa

46.5 cm

Arpione in bronzo patinato in forma di foglia con dentature su di un singolo lato e manico in corpo cilindrico appartenente alle culture dell’età del bronzo sorte nella valle Indo-gangetica.

Base d'asta

Euro 450,00

...

Lotto N: 0184

Arte Indiana

Scultura in ottone raffigurante Jina India, Karnataka, XVI-XVII secolo

6 x 16.5 cm

Fusione in ottone ritraente personaggio jainista, di probabile scuola Digamabra, ritratto in postura stante kayotsarga su base circolare a fior di loto singolo. Da notare le morbide fattezze della figura in particolare modo ventre, gambe e volto.

Base d'asta

Euro 1.200,00

...

Lotto N: 0185

Arte Indiana

Altare ritraente Padmavati India, Maharashtra, XVIII secolo

20.5 x 32 cm

Altare in ottone raffigurante la dea jainista Padmavati e protettrice del 23° Tirthamkara Parshvanatha. La figura, seduta in rajalilasana su base a doppio fior di loto, presenta otto braccia che ospitano altrettanti attributi. É inoltre sormontata da dei serpenti Naga e presenta una piccola rappresentazione di Parshvanatha al centro della sua corona. La figura è circondata da una grande prabha con fiamme stilizzate e all’apice una testa di Khirtimukha.

Base d'asta

Euro 1.800,00

...

Lotto N: 0186

Arte Indiana

Punta di arpione India, Uttar Pradesh, XIV a.C. circa

47.5 cm

Punta di arpione in bronzo patinato con bargigli laterali appartenente alle culture dell’età del bronzo sorte nella valle Indo-gangetica.

Base d'asta

Euro 450,00

...

Lotto N: 0187

Arte Indiana

Statua raffigurante Krishna Venugopala India, Orissa, inizi del XVII secolo

25.5 cm

Fusione in ottone raffigurante un giovane Krishna intento a suonare il flauto, che prende il nome di Venugopala. La figura dal volto sorridente e coronato, mostra un inusuale corpo estremamente snello con braccia protese a tenere lo strumento musicale (qui mancante) e lunghe gambe incrociate e terminanti con cavigliere e sandali ai piedi. L’intera figura poggia su base circolare a fior di loto singolo.

Base d'asta

Euro 1.800,00

...

Prima tornata 1-94 06/10/20

10:30

Seconda tornata 95-188 06/10/20

14:30

Esposizione

2 - 5 OTTOBRE
10-13; 15.30-18.30 (SABATO E DOMENICA INCLUSI).