ASTA 327 - DISEGNI DA UNA COLLEZIONE TORINESE E ALTRE COMMITTENZE

Lotto N: 0400

ARTISTA ITALIANO DEL XVII SECOLO

Sogno di Giuseppe.

17.5 x 25 cm

Timbro in basso a sinistra.

Venduto a

Euro 460,00

...

Lotto N: 0401

JEAN JACQUES MARIE HUVÉ (1783 - 1852)

Vue perspective d'un Museum.

46 x 34.5 cm

1805 circa. Firmato. Timbro massonico al retro. L'opera è accompagnata da expertise del Dr. Bertrand de Royere. Si ringraziano inoltre il Dr. Jean-Philippe Garric, professore di Storia dell'Architettura, Université Paris 1 (Panthéon-Sorbonne) e il Dr. Barry Bergdoll, Meyer Schapiro Professor of Art History, Columbia University, per il loro aiuto nella catalogazione.

Questo capriccio architettonico "en grisaille" riprende una composizione di Charles Percier già pubblicata ed esposta diverse volte e conservata presso il museo Antoine Vivenel a Compiègne e della quale esiste anche una versione preliminare. Forse disegnata durante il soggiorno in Italia dell'architetto tra il 1786 e il 1790, questa opera rappresenta un museo immaginario ornato di marmi antichi, quali un sarcofago strigilato con ritratto doppio entro clipeo circolare, un tripode, una raffigurazione di Pallade Atena seduta e una biga. Il disegno si colloca nel contesto delle vittorie dell'esercito francese durante la rivoluzione francese, le quali fecero affluire a Parigi un numero sempre più importante di opere provenienti da tutta Europa, portando alla creazione del Muséum Central des arts de la République nel 1793. Numerosi furono i progetti di allestimento delle collezioni, dalle prospettive immaginarie del pittore Hubert Robert a quelle di Charles Percier.
Vincitore del Grande Premio dell'Accademia Reale di Architettura nel 1786, Charles Percier (Parigi 1764-1838) soggiornò all'Accademia di Francia a Roma, allora insediata nel Palazzo Mancini, fino al 1790. Fu in questo periodo che assieme al collega Pierre François Léonard Fontaine progettò il volume "Palais, maisons et autres édifices de Rome" che fu pubblicato a Parigi nel 1798 e segnò un'evoluzione decisiva del neoclassicismo europeo, all'origine di numerose commende, tra le quali si distinguono quelle del Primo Console Napoleone Bonaparte, con creazioni per Malmaison e, pochi anni dopo, per i palazzi imperiali, quali les Tuileries, Compiègne e Fontainebleau, dando nascita allo stile Impero.
Figlio d'arte (il padre Jean Jacques (1742-1808) era "inspecteur des Bâtiments du Roi" prima della Rivoluzione), Jean Jacques Marie Huvé fu ammesso il 1° gennaio 1805 alla Scuola di Belle Arti di Parigi, dove fu allievo del proprio padre e di Charles Percier. La sua lunga carriera annovererà cantieri di primo piano e incarichi prestigiosi: "Architetto del Re" dal 1835 al 1848 nonchè "Architecte des Bâtiments civils". Tra i tanti cantieri affidatigli tra la Restaurazione e la "Monarchie de Juillet" (1830-1848), ultimò nel 1843 la costruzione della chiesa della Madeleine a Parigi, dopo la morte del Vignon nel 1828. Ufficiale della Légion d'Honneur nel 1846, era già socio dell'Académie des Beaux-Arts dal 1838, dove venne eletto alla stessa poltrona di Charles Percier, deceduto in quell'anno.
Non è documentato un viaggio in Italia di Huvé (anche se nulla consente di escluderlo), ma questo disegno costituisce una preziosa testimonianza della pratica della copia dei disegni di un maestro (in questo caso Charles Percier) da parte di un suo allievo all'Académie des Beaux-Arts.

Bibliografia di riferimento: AA. VV:, "French painting: the Revolutionary decade 1760-1830. Paintings and drawings from the Louvre and other French museums", 1980;
P. Arizzoli-Clémentel, "The Percier and Biennais Album in the Musée des Arts décoratifs" in "The Burlington Magazine", marzo 1988, n°140, p. 195, fig. 50;
J.P. Garric (a cura di), "Charles Percier. Architecture et Design", catalogo della mostra, New York-Parigi 2016-2017, pp. 2-3 e p. 304.

Venduto a

Euro 4.100,00

...

Lotto N: 0403

FRANCESCO ZANIN (1843 - 1890)

Veduta lagunare.

40 x 30 cm

Firmato e datato 1863 in basso a destra.

Venduto a

Euro 1.700,00

...

Lotto N: 0404

FRANCESCO ZANIN (1843 - 1890)

Veduta lagunare.

40 x 30 cm

Firmato e datato 1863 in basso a sinistra.

Venduto a

Euro 1.600,00

...

Lotto N: 0405

GIORGIO ROVEA (XIX SECOLO)

Laocoonte.

49.5 x 69.5 cm

Firmato e datato 1845 in basso a sinistra.

Base d'asta

Euro 800,00

...

Lotto N: 0406

ARTISTA DEL XIX SECOLO

Discobolo.

36.5 x 53 cm

Firma illeggibile e datato 1862 a matita in basso a destra.

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0407

ALBERTO PASINI (1826 - 1899)

Valle dei Templi di Agrigento.

28.5 x 41 cm

Firmato in basso a sinistra.

Base d'asta

Euro 1.000,00

...

Lotto N: 0408

CARLO GRUBACS (1802 - 1878)

Veduta di Piazza San Marco.

22.5 x 17 cm

Base d'asta

Euro 5.000,00

...

Lotto N: 0409

ANGELO INGANNI (1807 - 1880)

Veduta cittadina con fruttivendole.

35 x 52 cm

Firmato in basso a destra.
L'opera è accompagnata dalla scheda a cura di Luciano Anelli, 19 gennaio 2021.

L'opera qui in esame (acquerello su cartoncino, 52x35 cm) è firmato con firma autografa: "A (...) Inganni" in basso a destra, con lo stesso colore marrone d'acquerello più denso (cioè meno diluito in acqua) impiegato nel bancone e nella camicia della fruttivendola. Siamo forse verso il 1848-50 o poco dopo, all'epoca in cui Angelo Inganni (Brescia 1807-1880) ancora frequentava molto Milano ( dopo il 1859-60 a mia conoscenza non vi tornò più per motivi politici).
La veduta cittadina è animata dalla presenza di cinque fruttivendole e dei banconi con le bellissime erbe e frutta. Il lampione è quello a gas appeso sulle vecchie case milanesi e così la pavimentazione stradale com'era nella zona del Verziere.
Abilissimo nella figura, qui si mostra anche dotato di un amorevole cura per le verzure e per i dettagli della vita quotidiana. Si noti anche il pregevole uso della luce e la gamma spigliata dei colori.
L'opera - difficilmente confrontabile con altre sue ad olio - può essere messa utilmente in relazione con i dettagli acquerellati dei disegni alle pagg. 43, 75 e 78 del Catalogo della Mostra dell'Inganni a Gussago del 1981.
Considero l'opera esaminata un accrescimento delle nostre conoscenze di Ingazzi acquerellista.

Base d'asta

Euro 2.500,00

...

Lotto N: 0410

AUTORI VARI

Coppia di disegni raffiguranti la banchina di Weymouth e il castello di Bodiam.

46.2 x 31.8 cm

Firmato E. Henning e datato 1811 in basso a destra.
46x36,4 cm. Monogramma R.G. in basso a sinistra e datato 1813.

Base d'asta

Euro 200,00

...

Lotto N: 0411

ARTISTA DEL XIX SECOLO

Interno di chiesa.

12 x 18 cm

Firmato in basso a destra, Giacomo Minarelli. Timbro di collezione in basso a sinistra.

Base d'asta

Euro 150,00

...

Lotto N: 0412

IPPOLITO CAFFI (1809 - 1866)

Veduta della basilica di Santa Maria della Salute.

31 x 23 cm

Firmato in basso a destra.

Venduto a

Euro 4.400,00

...

Lotto N: 0413

ARTISTA DEL XIX SECOLO

Atena ed Ulisse.

21 x 22.5 cm

Al retro riporta n. 86.

Base d'asta

Euro 100,00

...

Lotto N: 0414

ARTISTA NEOCLASSICO

Olimpo.

19 x 20 cm

Base d'asta

Euro 1.500,00

...

Lotto N: 0415

ARTISTA ITALIANO DEL XIX SECOLO

Ponte della Maddalena ai Bagni di Lucca.

33.5 x 22.5 cm

Intitolato e datato 1822 in basso a sinistra. Firmato in basso a destra.

Base d'asta

Euro 300,00

...

Lotto N: 0416

TOMMASO MINARDI (1787 - 1871)

Studio femminile.

29 x 44.5 cm

Firmato al retro, n. 8f.

Base d'asta

Euro 300,00

...

Lotto N: 0417

ARTISTA DEL XIX SECOLO

Scontro di cavalieri

30.5 x 21 cm

Timbro in basso a destra. Riporta la firma Sabatelli.

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0418

ARTISTA DEL XIX SECOLO

Paesaggio con ponte.

29 x 21 cm

Firmato in basso a sinistra Felice Giani.

Base d'asta

Euro 300,00

...

Lotto N: 0419

ARTISTA DEL XIX-XX SECOLO

Coppia di disegni raffiguranti vanitas.

32.5 x 41 cm

30x42,5 cm

Venduto a

Euro 340,00

...

Lotto N: 0420

GIOVANNI FATTORI (1825 - 1908)

Paesaggio con buoi e carro.

19 x 11.5 cm

Firma in lastra in basso a destra. Misure lastra: 9.5x17 cm.

Venduto a

Euro 400,00

...

Lotto N: 0421

GINO PICCIONI (1873 - 1941)

Ritratto di bambino con la palla.

74 x 74 cm

Firmato e datato 1938 in basso a destra.

Venduto a

Euro 600,00

...

Lotto N: 0422

EDOARDO GIOIA (1862 - 1937)

Pascolo sulle colline romane.

52 x 75 cm

Firmato in basso a sinistra.

Base d'asta

Euro 400,00

...

Lotto N: 0423

PIETRO BORTOLUZZI (1875 - 1937)

Veduta di Piazza San Marco.

42 x 30 cm

Firmato in basso a sinistra.

Base d'asta

Euro 1.500,00

...

Lotto N: 0424

PAUL JOSEPH JAMIN (1853 - 1903)

Studio di mani.

27.5 x 32 cm

Firmato al centro.

Venduto a

Euro 550,00

...

Lotto N: 0425

MARIO PUCCINI (1869 - 1920)

Paesaggio toscano.

17.5 x 10.5 cm

Firmato in basso a sinistra. Al retro timbro Collezione Mario Borgiotti, Firenze e dichiarazione di autenticità.

Base d'asta

Euro 1.000,00

...

Lotto N: 0426

GEORGE TURNER (1841 - 1910)

Scogliera di Etretat.

22.5 x 14.5 cm

Firmato in basso a sinistra.

Venduto a

Euro 800,00

...

Lotto N: 0427

BORIS GEORGIEV (1888 - 1962)

Ritratto di donna di profilo.

29 x 38 cm

Firmato in basso a destra e datato 1935.
Provenienza: Collezione Virginia Giacometti Piazzalunga Georgiev.

Venduto a

Euro 2.700,00

...

Lotto N: 0428

BORIS GEORGIEV (1888 - 1962)

Suonatrice di vina.

36 x 48.5 cm

Provenienza: Collezione Virginia Giacometti Piazzalunga Georgiev.

Venduto a

Euro 2.000,00

...

Lotto N: 0429

BORIS GEORGIEV (1888 - 1962)

Ritratto di Paria.

33.5 x 43.5 cm

Monogrammato in basso a destra. Provenienza: Collezione Virginia Giacometti Piazzalunga Georgiev.

Base d'asta

Euro 2.000,00

...

Lotto N: 0430

BORIS GEORGIEV (1888 - 1962)

Ritratto di donna.

30 x 40 cm

Firmato e datato in basso a destra 1945. Provenienza: Collezione Virginia Giacometti Piazzalunga Georgiev.

Venduto a

Euro 3.100,00

...

Lotto N: 0431

BORIS GEORGIEV (1888 - 1962)

Ritratto di Kasturba Gandhi.

29.5 x 39.5 cm

Firmato e datato 1935. Provenienza: Collezione Virginia Giacometti Piazzalunga Georgiev.
Pubblicazione: Plamena Dimitrova Racheva, Boris Georgiev of Varna, Ed. Kibea, pp. 74 e 131.

Boris Gerogiev ha realizzato diversi ritratti di Mahatma Gandhi e di sua moglie Kasturba Gandhi, immortalando così la sua profonda amicizia con il grande indiano che ha sempre affermato che il bene e la verità erano i due pilastri della fratellanza. In tutte le sue lezioni in Bulgaria, Italia e Brasile, l'artista ha parlato dell'India e della sua conoscenza con Pandit Mahatma Gandhi e sua moglie. I suoi primi appunti su quella conoscenza risalgono al 1931, quando salpò da Trieste per Bombay. Boris Georgiev dipinse anche i ritratti del Mahatma Gandhi e di sua moglie Kasturba Gandhi nel 1935 quando fu invitato a casa loro. L'evento è stato descritto nei suoi appunti e nelle lettere agli amici in Bulgaria. I ritratti di Kasturba Gandhi sono caratterizzati da una grande vicinanza all'originale. Trasmette il rispetto dell'artista per la saggezza e la forza di una donna straordinaria. Più di vent'anni dopo, Boris Georgiev ne parlava ancora con ammirazione: "Che compagno puro ed esaltato per un saggio".

Venduto a

Euro 3.400,00

...

Lotto N: 0432

BORIS GEORGIEV (1888 - 1962)

Pandit Madan Mohan Malavia.

35 x 47 cm

Firmato e datato 1936. Provenienza: Collezione Virginia Giacometti Piazzalunga Georgiev.
Pubblicazione: Plamena Dimitrova Racheva, Boris Georgiev of Varna, Ed. Kibea, p. 77 e 132.

Informazioni interessanti su Pandit Madan Mohan Malavia, leader spirituale dei Brahmani, si possono trovare nelle pubblicazioni di Boris Georgiev dall'India. Racconta come la poetessa indiana Sarojini Naidu lo presentò a Malavia, il fondatore della Pan-Indian National University (l'Università indù) di Benares. Tra i contributi di Malavia all'educazione c'era l'inclusione della tradizione culturale indiana, della sua filosofia e delle arti, in vista della conservazione e dell'arricchimento del patrimonio culturale. Al fine di consentire ai giovani indiani di completare i loro studi nel loro paese d'origine invece che in Inghilterra, il curriculum dell'università è stato organizzato in stile occidentale, ma l'enfasi è stata posta sulla cultura sanscrita e sulla scienza tradizionale. In questo ritratto, l'artista ha cercato di enfatizzare il caratteristico simbolo del Brahman sulla fronte, la concentrazione del soggetto - dettagli che esprimono la spiritualità di Malavia. La dignità dell'immagine mostra chiaramente che il soggetto appartiene alla più alta casta induista. L'artista ha lasciato informazioni accurate sulla storia di questo ritratto: "Consapevole dell'atteggiamento negativo di Madan Malavia nei confronti dell'arte, non ho osato fare un disegno del vecchio malato che era impegnato con questioni di estrema importanza. Sono rimasto stupito dal profondo interesse e comprensione per le sue parole sull'arte e che condivideva la mia opinione sulla missione etica dell'arte in questo mondo. Accettò volentieri di sedersi per uno schizzo. Si alzò dal letto, prese un pezzo di stoffa bianco come la neve dal cassetto, con mani tremanti si fece un turbante intorno alla testa e gli mise un segno sulla fronte che senza dubbio aveva un significato simbolico per lui. Il Pandit Madan Mohan Malavia insistette perché andassi con lui a Benares e tenessi qualche conferenza sull'etica dell'arte e il suo ruolo nell'arte. Purtroppo il programma del mio viaggio nel sud dell'India mi ha impedito di accettare quel grande onore ". Il ritratto è eseguito con la caratteristica tecnica delle matite colorate di Boris Georgiev su carta tonica.


Venduto a

Euro 3.800,00

...

Lotto N: 0433

PIO JORIS (1843 - 1921)

Portico dei leoni a Villa Borghese.

44 x 30 cm

Firmato in basso a destra.

Base d'asta

Euro 300,00

...

Lotto N: 0434

MARIO PUCCINI (1869 - 1920)

Paesaggio boschivo.

54 x 32.5 cm

Firmato in basso a destra.
Bibliografia ed esposizioni: n. 40, Catalogo di Natale 1995, “Piccola raccolta di Disegni e Stampe dell’800 per un pensiero natalizio”, Damiano Lapiccirella Firenze.

Venduto a

Euro 500,00

...

Lotto N: 0435

CHRISTIAN WHILEM ERNST DIETRICH (1712 - 1774)

Coppia di incisioni raffiguranti paesaggio con eremita e la nascita di Gesù Bambino.

14 x 18.2 cm

Firmato in lastra in alto a destra.

Venduto a

Euro 30,00

...

Lotto N: 0436

SALVATORE ROSA (1615 - 1673)

Giasone e il Drago.

21.5 x 34.1 cm

Firma in lastra.

Venduto a

Euro 260,00

...

Lotto N: 0437

GIOVANNI BATTISTA PIRANESI (1720 - 1778)

Veduta dei resti del Mausoleo di Sant'Elena.

60.4 x 40 cm

Venduto a

Euro 160,00

...

Lotto N: 0438

GIOVANNI BATTISTA PIRANESI (1720 - 1778)

La tomba di Nerone.

54.8 x 39.2 cm

Dalla serie Grottesche.

Base d'asta

Euro 750,00

...

Lotto N: 0439

GIOVANNI BATTISTA PIRANESI (1720 - 1778)

Arco trionfale.

39.1 x 54.6 cm

Dalla serie Grottesche.

Base d'asta

Euro 750,00

...

Lotto N: 0440

PIETRO TESTA DETTO LUCCHESINO (1611 - 1650)

Allegoria della Fertilità.

42 x 36.5 cm

Monogramma in lastra in basso a destra.

Base d'asta

Euro 300,00

...

Lotto N: 0441

MARTIN DE VOS (1532 - 1603)

Da. Gruppo di sette incisioni raffiguranti le arti.

15 x 23 cm

Stamperia Rossi Roma. Filigrana: Reverenda Camera Apostolica.
La prima della serie è incisa da Annibale Orazio.

Base d'asta

Euro 450,00

...

Lotto N: 0442

SCHELTE ADAMS BALSWERT (1586 - 1659)

Veduta di Malines durante il raccolto.

63.5 x 46 cm

Soggetto da Pieter Paul Rubens. Hollstein 302.

Base d'asta

Euro 300,00

...

Lotto N: 0443

ARTISTA ITALIANO DEL XVIII SECOLO

Ritratto di gentiluomo.

23 x 29.5 cm

Al retro timbro di collezione privata non identificata.

Base d'asta

Euro 100,00

...

Lotto N: 0444

ARTISTA EMILIANO DEL XVII SECOLO

Coppia di disegni raffiguranti San Giovanni e San Matteo.

14.5 x 15 cm

Base d'asta

Euro 200,00

...

Lotto N: 0445

FELICE GIANI (1758 - 1823)

Studio di nudo maschile.

10.8 x 26.2 cm

Base d'asta

Euro 200,00

...

Lotto N: 0446

FELICE GIANI (1758 - 1823)

Studio di nudo maschile.

13 x 24.5 cm

Base d'asta

Euro 200,00

...

Lotto N: 0447

FELICE GIANI (1758 - 1823)

Studio di nudo maschile.

16.5 x 28 cm

Base d'asta

Euro 200,00

...

Lotto N: 0448

FELICE GIANI (1758 - 1823)

Studio di nudo maschile.

14 x 27 cm

Al retro lettera autografa parziale di Felice Giani in inchiostro seppia.

Venduto a

Euro 320,00

...

Lotto N: 0449

ARTISTA NORDEUROPEO DEL XVII SECOLO

Allegoria della Pittura e della Gloria.

14.3 x 19 cm

Venduto a

Euro 340,00

...

Lotto N: 0450

GUIDO RENI (1575 - 1642)

Cerchia di. Episodio storico.

19.5 x 24.4 cm

Al retro indicazione di inventario G M I A - 25 a matita grassa.

Base d'asta

Euro 300,00

...

Lotto N: 0453

LUCA GIORDANO (1634 - 1705)

Attribuito a. Episodio biblico.

22.2 x 31.5 cm

Venduto a

Euro 470,00

...

Prima tornata 346-434 17/06/21

11:00

Seconda tornata 435-499 17/06/21

15:00

Terza tornata 500-577 18/06/21

11:00

Quarta tornata 578-649 18/06/21

15:00

Esposizione

11 - 14 GIUGNO
10-13; 15.30-18.30 (SABATO E DOMENICA INCLUSI).

Artista

ACHILLE VIANELLI (1803 - 1894) ALBERTO NICOLI (1810 - 1885) ALBERTO PASINI (1826 - 1899) ALFONSO SAVINI (1836 - 1908) ANGELO INGANNI (1807 - 1880) ANNIBALE CARRACCI (1560 - 1609) ANTONIO BALESTRA (1666 - 1740) ANTONIO GIONIMA (1697 - 1732) ARCANGELO BINI ARISTIDE GIULIO SARTORIO (1860 - 1932) ARMAND BLANDIN (1804 - 1846) ARTISTA BAVARESE DEL XVII ATTIVO A VENEZIA ARTISTA CENTROITALIANO DEL XVI SECOLO ARTISTA DEL XIX SECOLO ARTISTA DEL XIX-XX SECOLO ARTISTA DEL XVI SECOLO ARTISTA DEL XVIII SECOLO ARTISTA DEL XVIII-XIX SECOLO ARTISTA DEL XX SECOLO ARTISTA EMILIANO DEL XVII SECOLO ARTISTA EMILIANO DEL XVIII SECOLO ARTISTA FIAMMINGO DEL XVIII SECOLO ARTISTA FRANCESE DEL XVII SECOLO ARTISTA GENOVESE DEL XVII SECOLO ARTISTA ITALIANO DEL XIX SECOLO ARTISTA ITALIANO DEL XVII SECOLO ARTISTA ITALIANO DEL XVIII SECOLO ARTISTA LOMBARDO DEL XVII SECOLO ARTISTA NEOCLASSICO ARTISTA NORDEUROPEO DEL XVII SECOLO ARTISTA OLANDESE DEL XVIII SECOLO ARTISTA ROMANO DEL XVII SECOLO ARTISTA TOSCANO DEL XVIII SECOLO ARTISTA VENETO DEL XVI SECOLO ARTISTA VENETO DEL XVII SECOLO ARTISTA VENETO DEL XVIII SECOLO ARTISTA VENETO DEL XVI-XVII SECOLO ARTURO MARTINI (1899 - 1947) AURELIANO MILANI (1675 - 1749) AUTORI VARI BARTOLOMEO PINELLI (1781 - 1835) BATTISTA NALDINI (1537 - 1591) BENIGNO BOSSI (1727 - 1792) BORIS GEORGIEV (1888 - 1962) CARLO ANTONIO RAINERI (1765 - 1826) CARLO GRUBACS (1802 - 1878) CARLO MARATTA (1625 - 1713) CECCO BRAVO (1607 - 1661) CHRISTIAN WHILEM ERNST DIETRICH (1712 - 1774) CLAUDIO FRANCESCO BEAUMONT (1694 - 1766) DOMENICO PAGHINI (1778 - 1850) DOMENICO ZAMPIERI (1581 - 1641) DONATO CRETI (1671 - 1749) EDOARDO GIOIA (1862 - 1937) ENRICO SACCHETTI (1877 - 1967) EUSTACHE LE SUEUR (1617 - 1655) FELICE GIANI (1758 - 1823) FERNAND MAILLAUD (1863 - 1948) FILIPPO JUVARRA (1676 - 1736) FILIPPO BIGIOLI (1798 - 1878) FRANCESCO COGHETTI (1804 - 1875) FRANCESCO DIDIONI (1859 - 1895) FRANCESCO LONDONIO (1723 - 1783) FRANCESCO PRIMATICCIO (1504 - 1570) FRANCESCO ZANIN (1843 - 1890) FRANCOIS CLOUET (1522 - 1572) FRANZ WEIGL (n. 1810) GASPARE DIZIANI (1689 - 1767) GEORGE TURNER (1841 - 1910) GIACOMO CAVEDONE (1577 - 1660) GIGI MORBELLI (1900 - 1980) GINO PICCIONI (1873 - 1941) GIORGIO ROVEA (XIX SECOLO) GIOVANNA GARZONI (1600 - 1670) GIOVANNI ANTONIO DE SACCHI DETTO IL PORDENONE (1483 - 1539) GIOVANNI BATTISTA PIRANESI (1720 - 1778) GIOVANNI FATTORI (1825 - 1908) GIOVANNI MANCA (1889 - 1984) GIOVANNI MATTIONI (m. 1796) GIOVANNI MIGLIARA (1785 - 1837) GIOVANNI STRADANO (1523 - 1605) GIOVANNI VOLPATO (1733 - 1803) GIUSEPPE LATINI DETTO IL MAESTRO DEL RICCIOLO (1903 - 1972) GIUSEPPE DETTO CAVALIER D'ARPINO CESARI (1568 - 1640) GUIDO RENI (1575 - 1642) HECTOR GIACOMELLI (1822 - 1904) IL VOLTERRANO (1611 - 1689) IPPOLITO CAFFI (1809 - 1866) ISABELLA GARZONI (1600 - 1670) JACOPO AMIGONI (1682 - 1752) JACOPO BASSANO (1515 - 1592) JAN MIEL (1599 - 1663) JEAN FRANCOIS MILLET (1814 - 1874) JEAN JACQUES MARIE HUVÉ (1783 - 1852) JOHANN HEINRICH ROOS (1631 - 1685) LEOPOLDO ZUCCOLO (1760 - 1833) LIONEL PERAUX (n. 1871) LOUIS DORIGNY (1654 - 1742) LUCA GIORDANO (1634 - 1705) LUCIUS ROSSI (1846 - 1913) LUIGI I SABATELLI (1772 - 1850) LUIGI SCROSATI (1814 - 1869) MARCELLO VENUSTI (1510 - 1579) MARCO MARCUOLA (1740 - 1793) MARCO RICCI (1676 - 1729) MARIO PUCCINI (1869 - 1920) MARTIN DE VOS (1532 - 1603) MICHAEL HERR (1591 - 1661) ORESTE PIZIO (1879 - 1938) PAUL JOSEPH JAMIN (1853 - 1903) PIER FRANCESCO GUALA (1698 - 1757) PIER FRANCESCO MOLA (1612 - 1666) PIERRE SENTIES (n. 1801) PIERRE MIGNARD I (1612 - 1695) PIETER DE WITTE (1548 - 1628) PIETRO TESTA DETTO LUCCHESINO (1611 - 1650) PIETRO BORTOLOTTI PIETRO BORTOLUZZI (1875 - 1937) PIETRO DA CORTONA (1596 - 1669) PIO JORIS (1843 - 1921) PITTORE ORIENTALISTA DEL XIX SECOLO REMIGIO CANTAGALLINA (1582 - 1656) SALVATORE CHERUBINI (1760 - 1842) SALVATORE ROSA (1615 - 1673) SCHELTE ADAMS BALSWERT (1586 - 1659) SCUOLA BOLOGNESE DEL XVIII SECOLO SCUOLA EMILIANA DEL XIX SECOLO SCUOLA EMILIANA DEL XVII SECOLO SCUOLA EMILIANA DEL XVIII SECOLO SCUOLA FRANCESE DEL XIX SEC. SCUOLA FRANCESE DEL XVII SECOLO SCUOLA FRANCESE DEL XVIII SECOLO SCUOLA GENOVESE DEL XIX SECOLO SCUOLA GENOVESE DEL XVII SECOLO SCUOLA GENOVESE DEL XVIII SECOLO SCUOLA INGLESE DEL XIX SECOLO SCUOLA ITALIANA DEL XIX SECOLO SCUOLA ITALIANA XX SECOLO SCUOLA LOMBARDA DEL XIX SECOLO SCUOLA LOMBARDA DEL XVI SEC. SCUOLA LOMBARDA DEL XVIII SECOLO SCUOLA PARIGINA XIX / XX SECOLO SCUOLA PIEMONTESE DEL XVIII SECOLO SCUOLA ROMANA DEL XIX SECOLO SCUOLA ROMANA DEL XVI SECOLO SCUOLA ROMANA DEL XVII SECOLO SCUOLA ROMANA DEL XVIII SECOLO SCUOLA ROMANA INIZIO XIX SECOLO SCUOLA SVIZZERA DEL XIX SECOLO SCUOLA TOSCANA DEL XIX SECOLO SCUOLA TOSCANA DEL XVIII SECOLO SCUOLA VENETA DEL XIX SECOLO SCUOLA VENETA DEL XVIII SECOLO SCUOLA VENETA DELLA FINE DEL XVIII SECOLO SCUOLA VENETA FINE XVII SECOLO SCUOLA VENEZIANA DEL XVIII SECOLO SEBASTIANO RICCI (1659 - 1734) SIGISMONDO CAULA (1637 - 1724) SIMONE CANTARINI (1612 - 1648) STEFANO DELLA BELLA (1610 - 1664) THEODORE TCHOUMAKOFF (1823 - 1911) TOMMASO MINARDI (1787 - 1871) UBALDO GANDOLFI (1728 - 1781) VICENTE POVEDA Y JUAN (1857 - 1935) VINCENZO CAMUCCINI (1771 - 1844) VITTORIO MARIA BIGARI (1692 - 1776)