ASTA 327 - DISEGNI DA UNA COLLEZIONE TORINESE E ALTRE COMMITTENZE

Lotto N: 0346

ARTISTA DEL XVIII SECOLO

Gruppo di diciassette disegni tratti da una serie di stampe intitolate Ritratti di Cento Capitani Illustri, di Aliprando Caprioli.

14.5 x 18.5 cm

Stefano Colonna; Pietro Strozzi; Francesco Ferrando Marchese di Pescara; Nicolo III Marchese di Ferrara; Prospero Colonna; Marc Antonio Colonna; Francesco Maria Duca di Urbino; Azzo VIII Marchese di Este; Gio Ant Orsino Principe di Taranto; Nicolo Orsino Conte di Pitigliano; Virginio Orsino; Camillo Orsino; Can II Della Scala; Nicolo Acciaiuolo; Matthia Corvino Re di Ungaria; Azzolino III da Romano; Ariadeno Barbarossa.

Base d'asta

Euro 2.500,00

...

Lotto N: 0347

GIOVANNI ANTONIO DE SACCHI DETTO IL PORDENONE (1483 - 1539)

Da. Milone da Crotone.

Lotto composto da disegno, matita su carta, 30x41,5 cm. Al retro riporta la scritta "Titianus Vecelli"; incisione, 22,5x29 cm.
Inscritto in basso a sinistra “Pordenone Inv(entor), Zaffonato sculpt(or)”, fine XVIII secolo-inizi XIX secolo
Intitolato “Milon le Crotoniate”.
Il lotto presentato è composto da due opere grafiche raffiguranti il medesimo soggetto, il celebre atleta greco Milone vissuto a Crotone, nell’Italia meridionale, nel VI secolo a.C, in un dipinto a monocromo dalle tonalità seppia e brune e da una stampa a rovescio databile dall’ultimo trentennio del Settecento sino agli inizi dell’Ottocento, come indica il riferimento dell’artista incisore Angelo Zaffonato (?-1835).
Milone il Crotoniate fu il più celebre lottatore dell’antichità: viene narrato che da ragazzo, per allenare la sua forza, portasse sulle spalle un vitello, ottenendo la prima vittoria alle Olimpiadi a soli 15 anni in cui partecipò e vinse nella categoria della lotta; nel corso della sua vita conquistò ben sei vittorie olimpiche disputate fra il 540 a.C. ed il 512 a. C. e di altre sei vittorie a Delfi.
Secondo lo storico Diodoro Siculo, Milone fu il condottiero che permise a Crotone di sconfiggere il potente esercito della città rivale di Sibari nel 510 a.C; un’altra leggenda narra che avrebbe salvato Pitagora dal crollo di un tetto, sposandone successivamente la figlia del filosofo Myia.
Le due opere ritraggono l’atleta nei momenti precedenti della sua tragica morte, attaccato da una belva feroce, un lupo secondo la tradizione classica, un leone nella tradizione iconografica più tarda, simbolo speculare della sua forza.
Viene narrato da Strabone (Geografia) e da Auto Gellio (Notti Attiche) difatti che Milone, in viaggio, scorgesse il tronco di una quercia spaccato in due da un cuneo; seppur ritiratosi dalle competizioni agonistiche da tempo, l’atleta decise di tentare di spaccare il tronco definitivamente, per mettere alla prova la sua leggendaria forza.
Avvicinatosi al ceppo riuscì a sfilare il cuneo dalla fenditura ma improvvisamente la fessura si chiuse intrappolando le mani dell’atleta: immobilizzato e impedito nella fuga, divenne ineluttabile preda degli animali feroci che, vistolo inerme e intrappolato, lo sbranarono vivo.
La fama di Milone persistette anche in epoca moderna, come dimostra il dipinto “Milone dilaniato dal leone” del pittore italiano Giovanni Antonio Sacchis (o Di Sacchio) detto il Pordenone, datato 1535 circa, (Chicago University, Chicago), da cui sono stati tratti il disegno e la stampa a rovescio, ispirato da un ormai perduto affresco dell’artista eseguito sulla facciata di Palazzo Mantica a Pordenone.
Il Podenone fu ricordato dal Vasari come «il più raro e celebre […] nell'invenzione delle storie, nel disegno, nella bravura, nella pratica de' colori, nel lavoro a fresco, nella velocità, nel rilievo grande et in ogni altra cosa delle nostre arti».
Formatosi a contatto del Giorgione o di Pellegrino di San Daniele, venne fortemente influenzato dall'esempio di Andrea Mantegna, la conoscenza delle incisioni del Durer e di altri artisti nordici.
Nel 1514-15 soggiornò a Roma, riflettendo sull’opera di Raffaello e di Michelangelo, quindi fu attivo in Friuli, in Umbria, nei possedimenti della famiglia d’Alviano, signori di Pordenone, nella cui città dipinse gli affreschi di Palazzo Mantica; a Venezia (nel 1528 perse contro il Tiziano il concorso indetto per la realizzazione della Pala di San Pietro Martire per la chiesa dei SS. Giovanni e Paolo), tra il 1529-30 in Emilia, nel 1532 a Genova, per lavorare nel cantiere della Villa del Principe di Andrea Doria.
Altri esemplari di stampe noti si trovano a Chicago, Smart Collection, (n. inv. 1977.109), Londra, British Museum, (n. inv. 1918,0713.14, chiaroscuro, ALU.0288.3; n. inv. 1858, 0417.1578), Bassano del Grappa, Museo Civico (n. inv. III-73-127, ALU.0288.2).

Base d'asta

Euro 6.000,00

...

Lotto N: 0348

GIACOMO CAVEDONE (1577 - 1660)

Attribuito a. Cristo coronato di spine.

35 x 26 cm

Carta con filigrana bolognese rappresentante lo stemma Medici.

Offerta corrente

Euro 140,00

...

Lotto N: 0349

CARLO ANTONIO RAINERI (1765 - 1826)

Volatili.

74 x 59.5 cm

Offerta corrente

Euro 1.000,00

...

Lotto N: 0350

ARTISTA DEL XVIII SECOLO

Ascensione della Vergine.

27 x 42.5 cm

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0353

ARTISTA VENETO DEL XVIII SECOLO

Coppia di disegni raffiguranti paesaggio con rovine e paesaggio con case e al retro nudo d'uomo.

11 x 19.4 cm

22,4x39 cm.

Base d'asta

Euro 400,00

...

Lotto N: 0354

ARTISTA VENETO DEL XVII SECOLO

Venere e Cupido.

35.4 x 23.6 cm

Tracce di firma in basso a destra, leggibili come Pietro Liberi.

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0355

AUTORI VARI

Coppia di disegni raffiguranti interno di palazzo e studio per decorazione.

15.4 x 21.4 cm

Attribuito a, M.A. Challes, acquarello su carta.
Artista del XVII secolo,16,3x13,5 cm, china su carta. Scritte al retro.

Offerta corrente

Euro 150,00

...

Lotto N: 0356

ARTISTA TOSCANO DEL XVIII SECOLO

Allegoria della gloria militare di Montecuccoli.

41.5 x 31 cm

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0357

ARTISTA DEL XVIII SECOLO

Bucintoro.

31.4 x 23 cm

Tracce di firma in basso a sinistra. Timbro di collezione in basso a destra.

Base d'asta

Euro 150,00

...

Lotto N: 0358

GIOVANNA GARZONI (1600 - 1670)

Attribuito a. Natura morta con alzata in metallo, pesche, cavalletta e pere.

29.5 x 22 cm

L'opera è accompagnata dall'expertise a cura di Maurizio Marini.

Il dipinto qui presentato è riferibile alla produzione della pittrice e miniaturista Giovanna Garzoni ( Ascoli Piceno 1600-1670).
Poco sappiamo della sua formazione artistica in età giovanile, mentre sono ben documentati i suoi vari soggiorni, a Venezia viaggiò prima dei suoi trenta anni e a Napoli trovò la protezione del vicerè Fernando Afan de Ribera Enriquez III. A Firenze eseguì diverse opere per Ferdinando II de Medici, mentre a Roma ricevette un eccezionale riconoscimenti come Accademica di San Luca; dal 1632 al 1637 fu a Torino, e in questi anni la pittrice eseguì dipinti sacri, mitologici, ritratti e nature morte. A mio giudizio la pergamena oggetto delle presenti note va collocata come periodo di esecuzione proprio al soggiorno torinese.
Qui deve aver assimilato modelli di nature morte presenti nel nord Italia in particolare a Fede Galizia.
Bibliografia di riferimento: Gerardo Casale, Giovanni Garzoni, insigne miniatrice, 1600-1700, Jandi Sapi Editore, Milano 1991, pp. 52-55; 16-19;
Luigi Salerno, La natura morta italiana 1560-1805, Ugo Bozzi Editore, Roma 1984, pp. 58-61.

Base d'asta

Euro 6.000,00

...

Lotto N: 0359

PIER FRANCESCO MOLA (1612 - 1666)

Paesaggio con monaci.

26.5 x 18.5 cm

Sigla in basso a sinistra.

Base d'asta

Euro 400,00

...

Lotto N: 0360

CARLO MARATTA (1625 - 1713)

Attribuito a. Sacra Famiglia.

35 x 27 cm

Al retro bollino del Cabinet Bayser Expertise dessins n. 391/46. Rue St. Anne 69- Paris.

Base d'asta

Euro 600,00

...

Lotto N: 0361

ARTISTA ITALIANO DEL XVIII SECOLO

Studio per volto di donna e putti. Al retro studio per cavallo e cavaliere.

17.5 x 26.5 cm

Base d'asta

Euro 100,00

...

Lotto N: 0362

ARTISTA DEL XVIII SECOLO

Storie della vera croce.

17 x 21 cm

Base d'asta

Euro 100,00

...

Lotto N: 0363

ARTISTA LOMBARDO DEL XVII SECOLO

Ritratto d'uomo con cappello.

18 x 29.3 cm

Timbro in basso a destra.

Base d'asta

Euro 200,00

...

Lotto N: 0364

ARTISTA VENETO DEL XVIII SECOLO

Adamo ed Eva.

21 x 21 cm

In basso a destra riporta n. 155 e dicitura Pilloni. Al retro riporta la scritta: "quand je vous monsieur".

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0365

ARTISTA ROMANO DEL XVII SECOLO

Angelo.

18.5 x 26 cm

Base d'asta

Euro 400,00

...

Lotto N: 0366

ARTISTA VENETO DEL XVII SECOLO

Santa Caterina da Siena e Santi.

38 x 21 cm

Riporta la dicitura Holben in basso a sinistra.

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0367

ARTISTA DEL XVI SECOLO

Venere e Cupido.

14 x 19 cm

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0368

ARTISTA FRANCESE DEL XVII SECOLO

Giardini di Villa Medici.

30 x 41 cm

Tracce di firma in basso a destra. Collezione Rudolf Lugt 2811/b.

Base d'asta

Euro 300,00

...

Lotto N: 0369

ARTISTA EMILIANO DEL XVII SECOLO

Studio d'angelo.

12 x 19.5 cm

Base d'asta

Euro 300,00

...

Lotto N: 0370

MARCO MARCUOLA (1740 - 1793)

Coppia di figure allegoriche.

16 x 22.5 cm

Base d'asta

Euro 1.500,00

...

Lotto N: 0371

SIMONE CANTARINI (1612 - 1648)

San Giacomo.

16 x 25 cm

Base d'asta

Euro 800,00

...

Lotto N: 0372

ANTONIO BALESTRA (1666 - 1740)

Attribuito a. San Luigi dei francesi.

20.5 x 40 cm

Al retro riporta il numero 957.

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0373

ARTISTA GENOVESE DEL XVII SECOLO

Baccanale.

16 x 20.5 cm

Siglato in basso a sinistra P.L. e timbro.

Base d'asta

Euro 300,00

...

Lotto N: 0374

VITTORIO MARIA BIGARI (1692 - 1776)

Attribuito a. Studio di putti. Al retro studio di volti.

15 x 20.5 cm

Base d'asta

Euro 400,00

...

Lotto N: 0375

SCUOLA DI FONTAINBLEAU (XVI-XVII SECOLO)

Francesco I di Francia inginocchiato dinanzi alla Madonna in trono.

30,00 x 40,00 x 0,00 cm

In basso a sinistra riporta la scritta Rous.

Base d'asta

Euro 800,00

...

Lotto N: 0376

ANTONIO GIONIMA (1697 - 1732)

L'oracolo.

31 x 21.5 cm

Base d'asta

Euro 400,00

...

Lotto N: 0377

IL VOLTERRANO (1611 - 1689)

Studio per la corona di spine.

30 x 21.5 cm

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0378

FELICE GIANI (1758 - 1823)

Studio di figure.

24.5 x 31 cm

Timbro in basso a sinistra.

Base d'asta

Euro 800,00

...

Lotto N: 0379

ARTISTA CENTROITALIANO DEL XVI SECOLO

Sei figure di armigeri.

43 x 31.5 cm

Firmato in basso a destra.

Base d'asta

Euro 800,00

...

Lotto N: 0380

JAN MIEL (1599 - 1663)

Viandanti di spalle.

15 x 19 cm

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0381

ARTISTA DEL XVIII SECOLO

Accademia d'uomo

24 x 40 cm

Timbro in basso a sinistra. Giuseppe Bonito.

Base d'asta

Euro 200,00

...

Lotto N: 0382

ARTISTA DEL XVIII SECOLO

Nudo d'uomo. Al retro ritratto di gentiluomo.

18.5 x 25 cm

Timbro in basso a destra.

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0383

GIUSEPPE DETTO CAVALIER D'ARPINO CESARI (1568 - 1640)

Le tre grazie.

22.5 x 30 cm

Base d'asta

Euro 700,00

...

Lotto N: 0384

ARTISTA DEL XVIII-XIX SECOLO

Scontro tra tori.

36 x 26 cm

Timbro in basso a destra.

Base d'asta

Euro 150,00

...

Lotto N: 0385

FRANCESCO PRIMATICCIO (1504 - 1570)

Attribuito a. Scena biblica.

20.2 x 28 cm

Timbro Dikeos in basso a sinistra.

Base d'asta

Euro 1.500,00

...

Lotto N: 0386

FRANCOIS CLOUET (1522 - 1572)

Attribuito a. Maria di Borgogna.

19 x 24 cm

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0387

ARTISTA VENETO DEL XVI-XVII SECOLO

La lavanda dei piedi.

36 x 22.3 cm

Base d'asta

Euro 1.200,00

...

Lotto N: 0388

VINCENZO CAMUCCINI (1771 - 1844)

Attribuito a. Giovanni di Benedetto di Buonaccorso Uguccione nel momento che presenta le sue credenziali al Doge della Repubblica di Venezia a risiedere come ministro di Ferdinando Duca di Toscana.

44 x 22 cm

Timbro G.F. in basso a sinistra. Riporta il numero 9/3 in basso a sinistra. Al retro timbro Raccolta Giorgio Franco, Firenze.

Base d'asta

Euro 800,00

...

Lotto N: 0389

AURELIANO MILANI (1675 - 1749)

Ercole e Onfale.

29.5 x 21 cm

Base d'asta

Euro 300,00

...

Lotto N: 0390

PIETER DE WITTE (1548 - 1628)

Martirio di Sant'Orsola.

20 x 28.5 cm

Timbro in basso a destra. Disegno preparatorio per il dipinto della chiesa di San Michele a Monaco.
Bibliografia: Il disegno come genesi della pittura, Edifir Edizioni, Firenze, 2004, p. 62.

Base d'asta

Euro 1.500,00

...

Lotto N: 0391

REMIGIO CANTAGALLINA (1582 - 1656)

Coppia di paesaggi.

33 x 23 cm

Base d'asta

Euro 1.500,00

...

Lotto N: 0392

CECCO BRAVO (1607 - 1661)

Studio di nudo d'uomo.

23.5 x 38 cm

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0393

BATTISTA NALDINI (1537 - 1591)

Studio di nudo d'uomo.

13 x 18 cm

Base d'asta

Euro 400,00

...

Lotto N: 0394

STEFANO DELLA BELLA (1610 - 1664)

Viandanti in un paesaggio.

6 x 6.5 cm

Collezione Robert Stayner Molford (Lugt 2243).

Offerta corrente

Euro 500,00

...

Lotto N: 0395

SIGISMONDO CAULA (1637 - 1724)

San Giovanni.

22.6 x 19.5 cm

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0396

LOUIS DORIGNY (1654 - 1742)

Studio per lunetta.

31 x 20.5 cm

Base d'asta

Euro 500,00

...

Lotto N: 0397

GIOVANNI STRADANO (1523 - 1605)

Battaglia.

49.5 x 38 cm

Base d'asta

Euro 1.000,00

...

Lotto N: 0398

EUSTACHE LE SUEUR (1617 - 1655)

Fuga in Egitto.

16 x 21.5 cm

In basso a destra riporta il numero 166.

Base d'asta

Euro 500,00

...

Prima tornata 346-434 17/06/21

11:00

Seconda tornata 435-499 17/06/21

15:00

Terza tornata 500-577 18/06/21

11:00

Quarta tornata 578-649 18/06/21

15:00

Esposizione

11 - 14 GIUGNO
10-13; 15.30-18.30 (SABATO E DOMENICA INCLUSI).